• Chiara Frizzera Zambelli

TEMPO DI FATICA

GIORNO 66


Fatica.

Fatica a scrivere e a tenere fede all’impegno dato.

Fatica ad alzarmi dal letto e a prepararmi da mangiare.

Fatica a tenere in ordine la casa.

Fatica a tenermi in piedi nella casa.

Fatica.

Una giornata confusa, agitata.

Una paura insidiata sotto le lenzuola, in fondo alla gola.

Parole che non escono e sensazioni che ballano. Le sento in pancia. La vedo gonfia in procinto di dar alla luce nuove ansie.

Molte lacrime sono scese oggi in una giornata emotiva.

Fatica a ritornare a capo. A scrivere un nuovo paragrafo.

Eppure so che tutto questo non fa bene a me stessa. Caos. Lo vedo ovunque. Fuori e dentro la mia stanza matrimoniale, fuori e dentro la mia danza mentale.

Dicono che l’ambiente esterno rispecchi fedelmente le nostre visioni interiori.

Oggi non vedo nulla. O meglio troppo. Quegli estremi amanti perenni che si contengono lo scettro di assolutismi di cui conosciamo l’essenza come altamente sensibili, in un ménage a trois.

Mi alzo, riprendo possesso di un ordine, quantomeno esterno e mi preparo una porzione per domani a colazione.

In bagno mi cambio per la notte.

In cucina pulisco le poche stoviglie usate.

Domani è un altro giorno.

Cerco di vedere le sfumature dell’oggi senza farmi trascinare in tonalità cupe e rimanendo sui grigi.

Che domani sia almeno un neutro.


8 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

CENTO PASSI

diario di una pas

PSICOLOGA ALTAMENTE SENSIBILE

  • Nero Facebook Icon
  • Black Icon Instagram

© 2021 Chiara Frizzera 

C.F. FRZCHR85C53H612C